Il Giardino che fa bene al cuore

Panorama 1Oggi voglio parlarvi di due importanti realtà presenti sul ns. territorio ma per lo più sconosciute alla maggior parte delle persone: l’Orto Botanico di Tor Vergata e il Giardino Sensoriale delle Rupicole.

Ho conosciuto l’Orto Botanico qualche anno fa in occasione di un evento in cui era possibile adottare un albero. L’idea mi è subito piaciuta, oltre al risvolto ambientalista e se vogliamo romantico è un modo per sentirsi legati al territorio in cui viviamo, è il caso di dirlo “alle nostre radici” (cosa che purtroppo non deve aver provato chi ha commesso atti vandalici all’interno dell’orto costringendoli alla recinzione per salvaguardarlo).

Ho adottato alcuni alberi per ognuno dei quali ho ricevuto un attestato con le coordinate gps. Nel frattempo sono stati piantati ed è bellissimo di tanto in tanto andare e vederli crescere!

L’Orto Botanico organizza molte attività attraverso le quali tenta di autofinanziarsi con l’obiettivo di creare un centro di studio e ricerca per la biodiversità, la conservazione del germoplasma e l’utilizzazione e valorizzazione delle specie autoctone e officinali su un’area di circa 82 ha.  (http://www.ortobotanicoroma2.it/)

L’altro giorno sono passata all’orto botanico a trovare Adalgisa e Roberto e ho colto l’occasione per scattare qualche foto alle bellissime rose fiorite e agli altri fiori presenti all’interno dell’orto botanico.

_DSC7599 _DSC7591 _DSC7578

Parlando con Adalgisa, che conosce la mia passione per la fotografia, mi ha invitato a visitare anche il Giardino delle Rupicole e mi ha  spiegato che si trova appunto in Via delle Rupicole a ridosso del GRA, la sua collocazione è stata scelta considerando che sul confine c’è una comunità alloggio per persone disabili. (http://www.ortobotanicoroma2.it/?p=1364)

Il giardino è stato pensato non solo come spazio verde per i residenti ma anche come laboratorio per persone disabili che possono partecipare a corsi di formazione di giardinaggio, ortoterapia e aromaterapia.

Panorama 2

Quando Adalgisa me ne ha parlato, ho ricollegato il giardino a Matteo un ragazzo disabile che frequenta il mio posto di lavoro e che qualche mese fa ci parlava appunto di questa sua nuova attività, ci ha raccontato che la mattina toglieva le erbacce, piantava gli ortaggi e mentre ce ne parlava i suoi occhi brillavano di entusiasmo! E questo vale più di mille parole!

Penso a quanto siano utili queste realtà e a quanto non bastino mai, può rendersene conto chi vive la disabilità da vicino. I ragazzi che hanno l’opportunità di essere accolti in queste strutture hanno la possibilità di rendersi utili e ognuno di loro  essere responsabile e occuparsi di un altro essere vivente… è fondamentale e possono fare veramente passi da gigante e progredire notevolmente.

Il giardino sensoriale  occupa una porzione di circa 4.000 mq del Paco delle Rupicole e si articola in questo modo:

– il giardino rinascimentale all’italiana, il giardino arabo, il giardino giapponese e il giardino di bambù;

– 3 sistemazioni sensoriali: il giardino  del gusto dove si coltivano ortaggi e verdure di tutti i tipi (pomodori, piselli, carciofi, insalata ecc.) , il giardino dell’olfatto area dove grazie alla presenza di piante molto profumate si pratica l’aromaterapia (ci sono lavanda, elicriso, rosmarino prostrato e ancora menta, salvia…) e la meridiana del pomarium dove si coltivano mele e melograni

_DSC7637 _DSC7636 _DSC7634 _DSC7631 _DSC7627 _DSC7645

– un percorso ludico/ricreativo tattile, pensato non solo per i disabili visivi, con indicazioni sulla flora e fauna della campagna romana. Nel giardino ci sono anche delle aree di sosta protette con pensiline e alberi che portano ombra con delle panchine, c’è poi una fontanella e dei pannelli informativi che sono scritti sia in braille che con testo in nero in rilievo per non vedenti e ipovedenti.

_DSC7663 _DSC7665 _DSC7619

Altra iniziativa green: l’acqua delle fontanella viene recuperata in una cisterna e riutilizzata per irrigare il giardino stesso.

L’impressione che ne ho avuto visitandolo è 100% positiva, sembra il paradiso terrestre con tutta quella varietà di piante per non parlare dei profumi… me ne vado via con le mani profumate di menta, con l’idea di tornarci ancora quando la lavanda sarà completamente fiorita in un’esplosione di profumo e colore per poter vedere il sorriso dei ragazzi che si occupa del giardino con amore e dedizione… soltanto così può spiegarsi una simile bellezza!

_DSC7662 Panorama 4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...